dott.ssa vilma zampedri dietista

METODO DI LAVORO

PRIMO INCONTRO

 

colloquio e rilevazione dei dati anagrafici (cognome, nome, età, ecc..) e antropometrici

(peso, altezza, circonferenze, ecc…)

 

analisi quantitativa e qualitativa della composizione corporea (massa grassa, massa muscolare, acqua intra ed extra-cellulare) tramite l’esame impedenziometrico indispensabile per predisporre e valutare correttamente il percorso dietoterapico

 

rilevazione del metabolismo basale

 

analisi delle abitudini alimentari  e dei fabbisogni nutrizionali anche in relazione ad eventuali patologie diagnosticate dal medico

(ad esempio ipertensione,  diabete mellito, ipercolesterolemia, ecc…)

 

 

elaborazione di un piano dietetico individuale, personalizzato ed equilibrato (sia per quel che riguarda le calorie che il bilanciamento dei principi nutrizionali) unito ad alcuni consigli per migliorare il comportamento alimentare

 

spedizione a casa o per e-mail di una cartella comprensiva del piano dietetico personalizzato,  dell’esame impedenziometrico ed eventualmente del diario alimentare

 

 

CONTROLLI SUCCESSIVI

 

i controlli vengono stabiliti di volta in volta secondo le necessità e rappresentano il momento più importante del percorso soprattutto da un punto di vista psicologico

 

 

DURANTE IL CONTROLLO

 

valutazione (anche tramite la lettura del “diario alimentare”) che le indicazioni dietetiche consigliate siano chiare e facilmente attuabili,  in caso contrario verranno apportate alcune modifiche al piano dietetico e cercate insieme soluzioni per risolvere  eventuali difficoltà di adeguamento anche in relazione alle situazioni sociali che possono portare ad avere dei comportamenti alimentari scorretti

 

discussione degli obiettivi raggiunti anche in base ai risultati dell’esame impedenziometrico (calo di massa grassa, aumento di massa muscolare,  ritenzione idrica, ecc…)

 

 

 

ALLA FINE DEL PERCORSO DIETOTERAPICO

 

raggiunto l’obiettivo prefissato,  dobbiamo cercare di mantenerlo nel tempo seguendo una dieta di mantenimento (aumento graduale delle calorie fino al raggiungimento del nostro fabbisogno calorico giornaliero) unitamente all’acquisizione di comportamenti alimentari sani  capaci di migliorare  il nostro stile di vita